Workshop Digitale “NSO, l’innovazione non è in quarantena! Primi dati, evidenze e prospettive a cinque mesi dall’avvio”

Workshop Digitale “NSO, l’innovazione non è in quarantena! Primi dati, evidenze e prospettive a cinque mesi dall’avvio”

Si può dire che il Nodo Smistamento Ordini (NSO) e COVID-19 siano approdati contemporaneamente sul palcoscenico della sanità italiana. Infatti, per gli enti del SSN, l’obbligo degli ordini elettronici per i beni è partito il 1° febbraio 2020. Eppure la rivoluzione nelle procedure di public procurement non ha sofferto il concomitante esplodere dell’epidemia virale. 450.000 ordini in febbraio; 535.000 in marzo secondo i dati della Ragioneria Generale dello Stato. Per la diffusione degli Ordini Elettronici fa ben sperare anche la percentuale di documenti che NSO ha rifiutato: a marzo sotto il 3%. Quindi la macchina è partita anche in un contesto difficile e l’Ordine Elettronico diventa un’abitudine, anche se COVID-19 qualche ripercussione sui volumi la produrrà.

Quali i punti di attenzione? Sicuramente una cultura di processo ancora scarsa; poi, gli Ordini Completi, lungi da essere oggi realtà; gli errori presenti nel contenuto degli ordini. Quali le prospettive? L’adeguamento dei sistemi per essere in grado di produrre le Fatture Elettroniche; l’incremento delle diverse tipologie di Ordinazione, in linea con le esigenze degli acquisti.

Il Consorzio DAFNE partecipa quest’anno alla manifestazione FORUM PA 2020, promuovendo un workshop digitale in cui, a cinque mesi dall’entrata in vigore dell’obbligo di ordine elettronico tramite NSO per tutti gli enti del Servizio Sanitario Nazionale, fare il punto sul progetto ministeriale, con l’obiettivo di condividere le principali evidenze emerse e le evoluzioni previste, anche grazie alla partecipazione di AgID e FIASO. 

Per maggiori informazioni clicca qui.