Peppol Spring Release 2021 e impatti sui fornitori del SSN (NSO)

Peppol Spring Release 2021 e impatti sui fornitori del SSN (NSO)

Dal 17 maggio 2021 è in vigore la Peppol Spring Release 2021 che, oltre a correggere alcuni refusi presenti nella documentazione tecnica e nella sintassi dei tracciati, ha introdotto due nuovi codici per la registrazione degli indirizzi elettronici dei partecipanti (ParticipantID) attestati sulla rete Peppol.

Nello specifico, diventa obbligatorio utilizzare, per tutte le nuove registrazioni, i codici 0210 (Codice Fiscale) e 0211 (Partita IVA) che sostituiscono, rispettivamente, i precedenti codici temporanei italiani 9907 e 9906. Questa modifica ha un impatto sia a livello di lista EAS (Electronic Address Schema), utilizzata nella busta dei documenti per il corretto instradamento dei messaggi nella rete Peppol, sia a livello di lista ISO 6523, usata all’interno dei documenti per gli identificativi delle parti coinvolte nella transazione.

Al fine di consentire la corretta migrazione degli indirizzi elettronici precedentemente registrati, i codici 9906 e 9907 resteranno validi fino al 15 Novembre 2021, dando la possibilità agli Operatori Economici coinvolti di coordinarsi con i propri Access Point e comunicare in coerenza la modifica ai propri clienti.

La nuova versione 4.9 delle Regole tecniche NSO è stata pubblicata per recepire le novità riguardanti la Spring Release 2021. La Ragioneria Generale dello Stato raccomanda agli Enti di coordinarsi, entro il 15 novembre 2021, con i propri Fornitori per procedere alla modifica dei relativi ParticipantID nelle proprie anagrafiche, dal momento che detta modifica deve necessariamente avvenire in maniera sincronizzata nelle anagrafiche di Enti e di Fornitori.

Suggeriamo quindi a tutti gli Operatori Economici dotati di un indirizzo elettronico Peppol (ParticipantID) di verificare con il proprio provider di riferimento gli impatti della Peppol Spring Release 2021 e i relativi passi da seguire.