Notizie dal mercato ospedaliero

Innovazione Digitale nella Filiera Healthcare

Notizie dal mercato ospedaliero

22 Novembre 2016 newsletter notizie 0
Notizie dal mercato ospedaliero

REGIONE SARDEGNA

Grazie alla iniziativa di Boehringer-Ingelheim il progetto di estensione dei servizi Dafne all’intera regione Sardegna ha preso nuovo slancio.

Grazie alla collaborazione con Stefano Montanari, Antonia Andrisano, CS Manager, e Antonio Porcheddu, KAM della regione, abbiamo attuato , nei giorni 16 e 17 Novembre, un intenso programma di visite alle Asl di Nuoro, Lanusei, Carbonia e Sanluri per illustrare il funzionamento e le finalità del progetto Dafne Ospedali.

È stata programmata anche la visita all’Asl di Oristano e stiamo organizzando l’incontro con l’Asl di Olbia per completare il lavoro a livello regionale

Nel frattempo, in collaborazione con Engineering è stato aggiornato il tracciato record dell’ordine ospedaliero, sul sistema Areas usato in Sardegna, per poter veicolare i codici IPA,CIG e CUP.

Il Dr. Antonio Porcheddu ha seguito la riattivazione delle Asl 1 Sassari e dell’Asl 8 di Cagliari dopo l’aggiornamento del tracciato record dell’ordine.

Le visite hanno suscitato grande interesse negli amministratori in particolare per la ricezione delle bolle di consegna elettroniche che, a regime, consentiranno di effettuare automaticamente i carichi di merce a magazzino, oltre a dare piena trasparenza al processo di approvvigionamento.

Un caldo appello quindi alle Aziende di produzione e ai Depositari che ancora non lo fossero di attivarsi per essere in condizione di inviare i ddt elettronici, che oramai stanno diventando una esigenza imprescindibile non solo verso la Distribuzione Intermedia ma anche verso le Strutture Sanitarie Pubbliche come Emilia Romagna impone con la sua delibera regionale.

Dal lato Dafne sono in corso trattative con Engineering per definire un prezzo di mercato accettabile per il modulo che consentirà l’acquisizione delle bolle su Areas.

Com’è noto,a far data dal 1 Gennaio 2017, l’Asl 1 di Sassari si unirà, incorporandole, con tutte le Asl della Regione nella nuova Azienda per la Tutela della Salute (ATS) e, probabilmente, ci sarà un unico servizio di acquisizione beni. Dal 1 Gennaio 2017 rimarrà l’unica partita iva della nuova ATS che sarà quella della ex Asl 1 di Sassari. Questa circostanza ci è stata comunicata dall’Avvocato Dottoressa Francesca Loi responsabile del sistema informativo regionale Sisar.

Al di fuori della nuova ATS rimarranno l’Azienda Ospedaliera Universitaria di Sassari, l’AOU di Cagliari e l’Azienda Ospedaliera di Cagliari. Anche la gestione della DPC regionale è inclusa nei servizi Dafne e verrà svolta dalla struttura di Sassari.

Per il primo gennaio 2017 dovremo essere pronti ed aver esteso i servizi Dafne a tutte le strutture sanitarie della regione che subiranno la fusione per incorporazione con l’ex Asl 1.

Notizie dal mercato ospedaliero

REGIONE LAZIO

Nei giorni scorsi è giunta notizia da Lazio Crea e Lait che regione Lazio intende aderire al progetto Peppol.

E’ già in corso una fase di test che prevede l’utilizzo ‘dell’access point’ interno di regione Emilia Romagna quello utilizzato da Notier –il sistema informativo gestionale di Intercent Emilia Romagna.

Per le aziende del Consorzio Dafne non cambierà nulla nel senso che anche gli ordini in arrivo dalle strutture sanitarie di Regione Lazio arriveranno al nostro ‘access point’ gestito da CSAMEd che provvederà alla transcodifica e al successivo inoltro al portale Open Text del Consorzio Dafne.

REGIONE VENETO

A far data 1 Gennaio 2017 ci sarà una riorganizzazione della sanità veneta. Le Asl saranno ridotte da 22 a 9 più la Ulss Zero che dovrebbe occuparsi di servizi regionali (Bidding, CUP unico etc),secondo lo schema seguente. Troverete evidenziate in verde le strutture che fondendosi, già utilizzano i servizi Dafne e quelle che non lo usano (in giallo).

Se si proponesse una o più aziende per la funzione di tutor il processo potrebbe essere seguito più attentamente.

AZIENDE SANITARIE REGIONE VENETO DAL 01 gennaio 2017