Introduzione del Codice Etico del Consorzio DAFNE

Introduzione del Codice Etico del Consorzio DAFNE

Tra le novità della recente Assemblea del Consorzio DAFNE, di assoluta importanza è l’introduzione del Codice Etico, che sintetizza i principi e le regole di condotta a cui si devono attenere gli organi del Consorzio DAFNE, gli aderenti e i dipendenti, i collaboratori e consulenti, provider compresi, nelle rispettive attività e funzioni.

 

Il Consorzio DAFNE si conferma così un attore trasparente, equo, corretto e imparziale per l’intera filiera Healthcare.

A seguire alcuni punti rilevanti del nuovo Codice Etico:

  • Il Consorzio ha come principio imprescindibile il rispetto della legislazione e di tutte le norme vigenti, nonché dei principi e delle procedure a tale scopo preordinate. Il Codice si richiama in primis ai princìpi e ai valori che caratterizzano il Servizio Sanitario Nazionale. Il Consorzio esige dai propri amministratori, dirigenti, aderenti e dipendenti in genere e da chiunque svolga, a qualsiasi titolo, funzioni di rappresentanza, anche di fatto, una condotta improntata a correttezza e onestà.
  • Il Consorzio finalizza e impronta l’intera sua attività a equità e imparzialità, impegnandosi pertanto a garantire un trattamento uguale per tutti i Consorziati, così come per tutti coloro che interagiscono con esso a qualunque titolo.
  • L’azione degli Organi sociali, dei Dipendenti, dei Collaboratori e di chiunque operi nell’ambito del Consorzio è finalizzata al miglioramento continuo del livello di efficienza e di efficacia del Consorzio, attraverso l’adozione delle opportune soluzioni tecnologiche e organizzative.
  • Il Consorzio DAFNE si impegna a proteggere le informazioni relative agli Esponenti aziendali, Dipendenti, Collaboratori, fornitori e terzi, generate o acquisite nello svolgimento della propria attività, al fine di evitarne ogni uso improprio.
  • Amministratori, Dipendenti, Consulenti, Collaboratori ed eventuali soggetti terzi che agiscono per conto del Consorzio nei rapporti con la Pubblica Amministrazione adeguano la propria condotta al fine di non indurre alla violazione dei principi dell’imparzialità e del buon andamento cui è tenuta. Le persone incaricate dal Consorzio di seguire una qualsiasi trattativa o rapporto con la Pubblica Amministrazione devono pertanto evitare assolutamente di porre in essere comportamenti volti a influenzare illegittimamente le decisioni dei Pubblici Ufficiali o Incaricati di Pubblico Servizio che prendono decisioni per conto della Pubblica Amministrazione, al fine di far conseguire al Consorzio un indebito o illecito vantaggio.

 

A monitorare il rispetto del Codice Etico, che ufficializza e sancisce formalmente il rigore etico da sempre alla base dell’operato del Consorzio, è preposto il neo-introdotto Collegio dei Probiviri (un nuovo organo consortile istituito in occasione dell’Assemblea tenutasi lo scorso 20 febbraio a tutela e garanzia dei principi costitutivi e fondanti il Consorzio).

 

È possibile visionare e consultare il Codice Etico del Consorzio DAFNE a questo link.