Fatturazione Elettronica: benefici per tutti

L’obbligo di Fatturazione Elettronica in Italia, in vigore dal 1 gennaio 2019 per tutte le imprese, è realtà e la maggioranza delle aziende italiane è già pronta.

Secondo Alessandro Perego, Direttore Scientifico degli Osservatori Digital Innovation, “L’obbligo di fatturazione elettronica tra privati — senza voler nascondere le difficoltà attuative — costituisce un passo importante per accelerare il Digital B2b. La speranza è che con l’obbligo crescano gli investimenti in digitale”, a supporto di una trasformazione che rappresenta un formidabile elemento di competitività per le imprese.

L’Osservatorio Fatturazione Elettronica & eCommerce B2b della School of Management del Politecnico di Milano ha stimato che il beneficio derivante dal passaggio alla fatturazione elettronica oscilla tra i 7,5 e gli 11,5 euro per fattura per coloro che emettono almeno 3mila fatture all’anno, mentre è tra gli 1,8 e i 3,7 euro a fattura per le aziende che hanno volumi inferiori.

Grandi imprese e PMI dimostrano una diversa propensione all’innovazione digitale: per le prime, gli investimenti in progetti di digitalizzazione B2b e dematerializzazione ricoprono un ruolo di primo piano, mentre tali progetti risultano al quarto posto tra le priorità di investimento delle PMI. Per queste ultime, il principale ostacolo alla digitalizzazione è la scarsa diffusione di competenze digitali fra il personale incaricato di gestire i processi di innovazione e un’offerta a tratti complessa da comprendere.

Il Consorzio, da sempre in prima linea per la diffusione delle soluzioni a supporto della digitalizzazione dei processi del ciclo dell’ordine, intende offrire alle aziende dell’ecosistema una soluzione in grado di coprire tutte le esigenze, sia lato fatture emesse sia rispetto alle fatture ricevute, con relativa Conservazione Digitale a norma. Per maggiori informazioni clicca qui.