eOrder via NSO: a che punto siamo?

eOrder via NSO: a che punto siamo?

Il progetto eOrder via NSO sta vivendo un temporaneo stallo, in attesa della pubblicazione del decreto e della messa a disposizione degli ambienti tecnologici.

Infatti, siamo tutti in attesa del decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze che sancirà i termini per l’entrata in vigore dell’obbligo di invio dell’ordine elettronico tramite NSO per le strutture sanitarie, rimandando alle Specifiche Tecniche e Linee Guida Operative attualmente in fase di aggiornamento e stesura.

Dalle ultime notizie pubbliche, fornite all’interno del Convegno “L’efficienza della gestione dei processi sanitari” tenutosi lo scorso 14 novembre a Milano, è emerso che, molto probabilmente, l’obbligo decorrerà da dopo l’estate 2019 e sarà in vigore per tutte le tipologie di acquisti (beni e/o servizi).

Nel frattempo, con tempistiche che verranno definite nei prossimi mesi, è prevista la messa a disposizione del sistema prototipale aggiornato secondo le nuove specifiche tecniche e del sistema di produzione per l’avvio volontario dell’utilizzo di NSO tra soggetti che hanno stretto un accordo tra di loro.

È quindi consigliabile attendere queste evoluzioni per testare il sistema (eOrder via NSO) con le nuove caratteristiche, evitando di dover apportare modifiche tra poche settimane, all’uscita del decreto.

Il Consorzio è parte attiva del Gruppo di Lavoro presso il MEF e comunicherà tempestivamente all’ecosistema i prossimi aggiornamenti sul tema legato al Progetto eOrder via NSO.