Il Go Live del Comitato Tecnico di DAFNE

Il Go Live del Comitato Tecnico di DAFNE

Dopo il meeting di Kick-Off del 9 Febbraio 2018 nel corso del quale si è costituito il nuovo Comitato Tecnico, si sono tenuti i primi meeting operativi nelle giornate del 6 e 7 Marzo 2018 a Milano.

Ricorderete tutti che a seguito della grande partecipazione ed adesione di oltre 50 colleghi in rappresentanza di ben 42 Aziende, si è deciso di dare vita a tre gruppi di lavoro distinti:

  • Retail: modifiche al tracciato per rispondere alle esigenze di maggiore flessibilità e funzionalità
  • NSO MEF: allineamento del tracciato ordine alle esigenze dettate dal Progetto e-Order del MEF
  • Ship-To e Anagrafiche: proposte per uno standard di codifica degli indirizzi di spedizione e della anagrafica dei prodotti

Ci piace sottolineare come i partecipanti coprano tutte le tipologie di attori afferenti all’ecosistema del Consorzio DAFNE, in particolare abbiamo:

  • 24 Aziende Farmaceutiche;
  • 10 Distributori Intermedi;
  • 7 Depositari;
  • 1 Struttura Sanitaria Pubblica.

Questa partecipazione variegata assicura la rappresentatività del Comitato Tecnico rispetto alle istanze dell’intero ecosistema, consentendo di avere al tavolo prospettive e competenze diverse e complementari. Apertura alla collaborazione, al confronto e alle contaminazioni esterne tra attori diversi della supply chain: da sempre i tratti distintivi che hanno fatto del Consorzio DAFNE un’iniziativa di filiera tra le più efficaci sul panorama non solo nazionale. E che rappresentano le solide fondamenta su cui costruire nuovi sviluppi ed evoluzioni.

La collaborazione si è estesa ovviamente anche agli aspetti logistici. Un doveroso ringraziamento, quindi, a Maurizio Calati di Sanofi e Barbara Fabbiani di GE Healthcare, che hanno ospitato i team presso le rispettive sedi e creato un ambiente di lavoro piacevole quanto stimolante.

Il Team Retail si è concentrato principalmente sui DDT. Obiettivo comune è raggiungere una diffusione dei DDT elettronici comparabile a quella degli ordini nonché di abilitare una riconciliazione automatica da parte dei Distributori Intermedi tra ordini inviati e DDT ricevuti. Il Team ha pertanto lavorato sui fattori limitanti l’invio dei DDT da parte dei fornitori – direttamente o tramite il proprio Depositario – a tutti i clienti Pubblici e Privati.

Questo lavoro è anche propedeutico al prossimo obbligo di invio del DDT elettronico verso le Strutture Sanitarie Pubbliche (che rappresenta la fase 2 del Progetto e-Order del MEF). I lavori sono proseguiti con l’intento di aggiornare i prodotti alto rotanti nell’ambito del progetto Colli Standard.

Il Team NSO/MEF si è concentrato sugli sviluppi del Pilota MEF. Finora la sperimentazione ha subito forti rallentamenti a causa anche di caricamento solo parziale dei codici CIG all’interno della piattaforma NSO attiva per i test. Davvero pochi finora gli ordini regolarmente validati con l’ormai “famoso” codice IdNSO. Stiamo collaborando strettamente, grazie ai partner tecnologici del Consorzio, con i tecnici di SOGEI per risolvere le criticità e poter finalmente procedere ad attivare compiutamente la fase di test, recapitando con flussi regolari gli ordini alle aziende partecipanti al pilota.

Sono stati identificati dei criteri per standardizzare il processo di gestione del codice IdNSO. Il prossimo passo sarà di sviluppare delle Linee Guida per la gestione elettronica di Ordini e DDT in formato XML UBL tramite NSO, con l’obiettivo di condividerle con il MEF a beneficio di tutti gli attori che saranno coinvolti da questa importante innovazione quando la stessa andrà a regime.

Infine, il Team Ship-To e Anagrafiche ha approfondito e ragionato sugli impatti dei possibili standard da utilizzare per la codifica degli indirizzi di spedizione e delle anagrafiche prodotti(in particolare per tutti i prodotti che non presentano un codice AIC).

La codifica degli Ship-To è argomento di fondamentale importanza anche per il progetto MEF. Il Consorzio DAFNE si è già attivato per condividere con MEF e AgID l’esperienza maturata in questi anni e favorire il confronto anche con enti di standardizzazione internazionali (es. GS1). Auspicio del tavolo è quello di poter adottare una soluzione standard che consenta di gestire in modo uniforme sia gli Ship-To della Sanità Pubblica sia i punti di consegna del mercato privato.

In attesa della decisione cui dovranno pervenire MEF e AgID, prosegue il supporto erogato dal Consorzio DAFNE su questo fronte, con il costante aggiornamento delle codifiche Ship-To afferenti alle strutture attive sulla piattaforma consortile. A questo proposito, si coglie l’occasione per rammentare a tutti i Consorziati e Partner che il file è disponibile per il download all’interno dell’area riservata del sito del Consorzio rinnovando l’impegno a dare comunicazione tempestiva e diffusa di ogni aggiornamento che si andrà ad apportare.

I Team del Comitato Tecnico si riuniranno nuovamente ad Aprile: vi terremo informati su sviluppi e primi risultati.