Avviata la fase di test di un nuovo progetto di Filiera

Innovazione Digitale nella Filiera Healthcare

Avviata la fase di test di un nuovo progetto di Filiera

30 Aprile 2013 notizie 0

Consorzio Dafne – AssoRam – Farmadati hanno condiviso un progetto  finalizzato a creare una banca dati nazionale in grado di fornire informazioni tempestive, affidabili ed utili ad ottimizzare la formulazione dell’ordine  per una  migliore gestione delle fasi di picking, allestimento e spedizione da parte del Depositario/Concessionario  e conseguentemente di ricevimento, presa in carico e gestione magazzino da parte del Cliente.

Sono stati definiti, con ordine prioritario, i  parametri da rilevare e comunicare alla banca dati:

  • numero confezioni prodotto per cartone standard
  • numero confezioni prodotto per fardella (campo vuoto nel caso no fardellatura)
  • numero confezioni prodotto per pallet
  • peso in grammi x confezione prodotto
  • dimensioni in millimetri x confezione prodotto (altezza-larghezza-profondità)

Individuate anche altre informazioni opzionali quali il numero delle confezioni prodotto per fila nel cartone (in assenza della fardellatura) ed il peso del cartone (tara).

I dati dovranno riguardare, nella fase iniziale di costituzione della banca dati, tutte le referenze c/o il Depositario/Concessionario e poi di volta in volta solo gli aggiornamenti ed i nuovi prodotti/confezioni immessi nel mercato.

Sarà l’Azienda Farmaceutica mandante, nel caso si avvalga di più depositi, ad indicare quello che dovrà fornire ed aggiornare i dati.

La fase di test, della durata di tre mesi, prevede il coinvolgimento di due Depositari che provvederanno a fornire i dati relativi a tutti i prodotti di cinque  Aziende Farmaceutiche mandanti e di due Distributori Intermedi che hanno il compito di verificarne operativamente correttezza e concreta utilità nell’ottimizzare l’ordine e la successiva fase di ricevimento e gestione a magazzino.

Gli attori coinvolti e che subito hanno dato la loro disponibilità per la fase di test  sono:

  • Pieffe/UPS con  Bayer e Novartis,
  • Chiapparoli con  Abbott, Bracco e Teva,
  • Comifar e Sofarmamorra

Il progetto, terminata  la fase di test, se i risultati dimostreranno reali benefici come universalmente atteso, verrà promosso e divulgato con il coinvolgimento di tutte le associazioni di categoria interessate  (AssoRam, Farmindustria, Assogenerici, ADF, Federfarma servizi, Sifo, etc.) per una diffusione a livello nazionale, affinchè tutti gli operatori di filiera possano trarne concreti  e reciproci vantaggi gestionali ed economici.

Il Consorzio  ha messo a disposizione, gratuitamente, tracciato standard, portale Dafne ed assistenza tecnica del proprio provider Gxs, per la trasmissione di tutti i dati da parte dei Depositari e per la loro ricezione da parte di Farmadati.

Farmadati si è impegnata a mettere a disposizione  questo servizio nella propria banca dati a costi competitivi.

Dott. Rodolfo Caloni
Consigliere Delegato DAFNE