L’Assemblea ordinaria 2021 conferma il trend di crescita del Consorzio DAFNE

L’Assemblea ordinaria 2021 conferma il trend di crescita del Consorzio DAFNE

Assemblea ordinaria 2021

Nell’anno del trentesimo anniversario della costruzione del Consorzio, una fotografia di quanto fatto nel 2020 e i progetti per il 2021.

L’Assemblea ordinaria del Consorzio DAFNE – Community B2B no profit costituita nel 1991 da Aziende Farmaceutiche e Distributori Intermedi del Farmaco, che poi si è estesa e abbraccia oggi l’intero ecosistema della salute umana e animale – ha decretato la chiusura dell’esercizio 2020 con ottimi risultati, e ha stilato le principali priorità per il 2021, anno in cui il Consorzio celebrerà 30 anni.

Nel 2020 c’è stata una crescita importante della base sociale del Consorzio – in continuità con quella fatta anche registrare nel 2019. In particolare si sono registrati 29 nuovi ingressi, e in aggiunta, il CdA di gennaio 2021 ha verbalizzato 13 ulteriori nuove adesioni, che partecipano a pieno titolo all’Assemblea 2021.

Come affermato già̀ lo scorso anno, ben prima del manifestarsi della pandemia – che ha colpito pesantemente anche il comparto healthcare e ne sta modificando significativamente dinamiche ed evoluzioni – solo un Consorzio ampio, trasversale e rappresentativo di tutte le diverse anime del settore potrà̀ continuare a svolgere il proprio ruolo di catalizzatore per l’innesco e la governance di processi collaborativi e dell’innovazione digitale lungo tutta la supply chain.

Il Presidente del Consiglio di Amministrazione di Consorzio DAFNE, Maurizio Riitano dichiara: “Avevamo prefigurato scenari di turbolenta e rapida trasformazione del contesto in cui le nostre aziende – e il Consorzio al loro fianco – si sarebbero trovate a operare: oggi certamente non possiamo che confermare e anzi constatare che il principale effetto del Covid-19 è stato quello di accelerare ed estremizzare tali dinamiche. Mai come oggi, quindi, è importante “fare sistema” in tutti i comparti: poter contare su una realtà per sua natura sistemica e inclusiva come il Consorzio può rivelarsi – nel trentesimo anniversario della sua costituzione – un autentico valore aggiunto dirimente per l’ecosistema della Salute italiano e, di riflesso, per l’intero sistema Paese”.

Il 2020 è stato un anno che ha visto il Consorzio attivo su molteplici fronti:

  • abbiamo assistito all’entrata in vigore dell’obbligo di ordine elettronico via NSO da parte di tutti gli Enti afferenti al Servizio Sanitario Nazionale. Il costante allineamento tra requisiti e aggiornamenti ministeriali (oltre che regionali) e le specifiche funzionali trasferite al provider tecnologico ha fatto sì che la piattaforma garantisse il flusso degli oltre 1.273.500 ordini ospedalieri inviati dagli Enti e diretti alle aziende dell’ecosistema senza soluzione di continuità̀. Gli innumerevoli momenti di confronto diretto con l’ecosistema hanno intervallato ben 14 sessioni online di aggiornamento e formazione specificamente dedicati a questo tema;
  • si è sviluppato e concluso il progetto «SCALES» (Supply Chain Architecture Leading to Enhanced Services) finanziato dalla Commissione Europea e coordinato da AgID (Agenzia per l’Italia Digitale), che ha visto protagonista Consorzio DAFNE come ecosistema di filiera: tra i risultati della partecipazione, il nuovo servizio «Riconciliazione Fatture B2G» da quest’anno attivabile dai Consorziati interessati;
  • nell’alveo delle iniziative di education promosse dal Consorzio, sono state erogate oltre 40 sessioni di formazione tra cui 18 webinar online – ben 15 riservati al nostro ecosistema – e oltre 20 testimonianze nell’ambito di convegni e lezioni universitarie e post-universitarie. Alle consolidate collaborazioni con il Politecnico di Milano e l’Università degli Studi di Padova si è affiancata quella con l’Università Cattolica del Sacro Cuore: collaborazioni che hanno appunto visto la partecipazione fattiva del Consorzio in diversi momenti formativi e divulgativi, oltre che nel “fare rete” per favorire l’interazione fra ecosistema e mondo accademico, fra aziende e studenti;
  • l’iniziativa delle «Pillole Digitali» che, in concomitanza con l’inizio della pandemia, ha portato una serie di spunti e stimoli all’ecosistema, con il coinvolgimento di una pluralità eterogenea e variegata di esperti. Per contribuire a mettere l’ecosistema nelle condizioni di poter gestire al meglio l’impatto della pandemia e i potenziali rischi conseguenti, è stato anche realizzato un report settimanale, disponibile per i Consorziati nei mesi di marzo e aprile, che ha monitorato lo stato dei trasporti nelle diverse zone del Paese;
  • il consolidamento della collaborazione con AIFA, che ha visto la realizzazione della soluzione di Tracciabilità Rafforzata a supporto dell’azione dell’Agenzia di contrasto ai furti di medicinali, a dar concretezza alla partecipazione del Consorzio ai tavoli tecnici coordinati dall’Agenzia stessa, tanto sul fronte dei furti quanto su quello delle carenze e indisponibilità̀;
  • si è sviluppata l’iniziativa IN2DAFNE: un esempio paradigmatico di progettualità di filiera che ha trovato nel Consorzio la naturale sintesi costruttiva del confronto fra Industria e Distribuzione, finalizzato a esplorare la possibilità di portare un contributo concreto al lavoro di gestione, di mitigazione e di prevenzione dei fenomeni riconducibili a carenze e indisponibilità di medicinali;
  • ha visto l’ingresso del Consorzio in OpenPeppol – il consesso internazionale per la governance di tracciati e architetture di rete dello standard identificato dalla Commissione Europea come riferimento e adottato anche dal nostro Paese.

Il Consorzio guarda al futuro con energia ed entusiasmo precorrendo i tempi grazie al mix di competenze distintive e al costante impegno: dalla promozione della Digitalizzazione del Ciclo dell’Ordine tra gli attori della filiera, oggi il Consorzio vuole divenire sempre più fulcro promotore di Innovazione Digitale nell’ecosistema e punto di riferimento per la governance di filiera.

Nell’anno del trentesimo anniversario della sua costruzione, Consorzio DAFNE ha definito le proprie priorità per il 2021 e una serie di iniziative per celebrare questa importante ricorrenza:

  • entro la prima metà dell’anno verranno rilasciate alcune nuove funzionalità della piattaforma CONDAFNE, che abiliteranno per esempio l’accesso autonomo a statistiche di utilizzo ma anche la possibilità di attivare nuovi servizi opzionali come per esempio la «Tracciabilità Rafforzata», oltre naturalmente ai rilasci necessari per mantenersi allineati con le evoluzioni delle specifiche NSO;
  • a breve entrerà in esercizio la prima fase di IN2DAFNE, che vedrà un transitorio iniziale particolarmente impegnativo cui si affiancherà l’impegno immediato per l’attivazione della fase due, integrando anche le informazioni su prescrizioni e dispensazioni presenti nel Sistema Tessera Sanitaria, che richiederà un importante lavoro di coinvolgimento e ingaggio di nuovi attori esterni al perimetro tradizionale del Consorzio;
  • nascerà il Centro Studi DAFNE che ha visto di recente la presentazione della sua prima pubblicazione, in cui si sintetizza l’analisi commissionata ai ricercatori dell’Osservatorio Contract Logistics «Gino Marchet», in occasione dell’evento «Dall’emergenza all’innovazione: il mondo (ri)scopre la centralità della logistica healthcare» organizzato dall’Osservatorio stesso in collaborazione con il Consorzio;
  • verrà realizzata un’indagine strutturata sull’intero ecosistema, che analizzerà la percezione e le esigenze rispetto alla proposta di valore che il Consorzio sviluppa e, soprattutto, andrà a declinare le iniziative da attivare nel prossimo futuro;
  • verrà stilato il primo Bilancio di Sostenibilità del Consorzio, nella convinzione che si tratti di un passaggio imprescindibile per le singole organizzazioni ma che siano molteplici le sfide che non possono prescindere dal ricercare una sintesi di ecosistema nell’alveo più ampio e sinergico della nostra Community.

Il 2021 quindi si appresta a essere un anno ricco di attività e progetti per il Consorzio DAFNE, che contribuiranno a rendere ancora più memorabile una ricorrenza come quella dei 30 anni!

Per informazioni:

Ufficio Stampa Consorzio DAFNE

Different – 02/87.252.21
Simone Contini simone.contini@differentglobal.com
Ilaria Muolo ilaria.muolo@differentglobal.com

Consorzio DAFNE:

Il Consorzio DAFNE è una community B2b no-profit costituita nel 1991 con l’obiettivo di favorire lo sviluppo, la promozione e la diffusione di soluzioni digitali a supporto dell’intero ecosistema della Salute, umana e animale. L’ecosistema del Consorzio oggi coinvolge oltre 800 organizzazioni: Aziende Healthcare (farmaci, nutraceutici, dispositivi medici, prodotti per la salute, …), Distributori Intermedi, Concessionari, Depositari, Strutture Sanitarie private oltre, naturalmente, alla totalità degli Enti afferenti al Servizio Sanitario Nazionale (collegati per tramite del nodo ministeriale – NSO). Il Consorzio si pone quindi come un aggregatore trasversale, plurale e inclusivo per gli attori dell’ecosistema della Salute e le Istituzioni, realizzando la governance necessaria a favorire l’efficace introduzione dell’innovazione digitale nell’intera filiera Healthcare.